Cos’è l’ecocolorDoppler artero-venoso degli arti superiori/inferiori?

A cosa serve?

L’ecocolorDoppler artero-venoso degli arti superiori/inferiori è un tipo di ecografia vascolare che permette lo studio morfologico e funzionale dei vasi (arterie e vene) degli arti. Con questo esame è possibile, pertanto, valutare sia il diametro e lo spessore di parete di un determinato vaso (studio morfologico), sia la velocità e la direzione del flusso ematico all’interno di esso (studio funzionale).

Come viene eseguito?

L’ecocolorDoppler artero-venoso degli arti superiori/inferiori viene eseguito con una sonda ecografica lineare, cioè una sonda diversa rispetto a quella adoperata per un ecocardiogramma transtoracico. Il paziente viene generalmente fatto stendere in posizione supina su un lettino ecocardiografico; talvolta può essere chiesto al paziente di assumere la posizione prona (esame dell’arteria e della vena poplitea) o di porsi in piedi (esame delle vene safene e del circolo extrasafenico). L’operatore si dispone, in genere, sul lato sinistro o destro del paziente. La sonda viene orientata in modo da seguire il decorso anatomico delle arterie e delle vene, sia in asse lungo che in asse corto. E’ possibile studiare dal lato sinistro e dal lato destro l’asse artero-venoso degli arti superiori e degli arti inferiori. La malattia aterosclerotica è la patologia arteriosa più frequentemente osservata. La placca aterosclerotica può essere valutata dal punto di vista dell’aspetto strutturale (placche soft ricche di lipidi, placche hard ricche di calcio), ma può anche essere quantificata. La malattia aterosclerotica può, infatti, determinare piccoli ispessimenti di parete o veri e propri restringimenti del lume di un vaso (stenosi). Una volta completata la valutazione morfologica (anatomica) si procede alla valutazione del flusso ematico (funzionale) con il colorDoppler e il Doppler pulsato (PW Doppler). In caso di stenosi significativa vengono registrati un incremento delle velocità e un cambiamento della morfologia del profilo Doppler. L’associazione tra i dati anatomici e quelli flussimetrici permette la stima esatta dell’entità della stenosi. La trombosi è la patologia venosa più frequentemente osservata. In caso di trombosi venosa, il vaso risulta occupato da un coagulo di sangue (trombo), pertanto il suo lume non apparirà più anecogeno (nero), non sarà più compressibile dall’esterno con la sonda ecografica e non sarà più campionabile con PW Doppler un flusso al suo interno. L’ecocolorDoppler artero-venoso degli arti superiori/inferiori è necessario per seguire nel tempo l’andamento di un patologia arteriosa o venosa, sceglierne il trattamento più idoneo (medico o chirurgico) e valutarne gli esiti a distanza di tempo.

Può avere effetti collaterali? C’è bisogno di consenso informato?

L’ecocolorDoppler artero-venoso degli arti superiori/inferiori è un esame sicuro perché utilizza ultrasuoni e non radiazioni ionizzanti. Pertanto non è necessario alcun consenso informato e l’esame può essere eseguito su qualunque paziente (anche in donne gravide), per tutte le volte che sia necessario.

Trovi utile questa sezione del sito SIECVI? Vota!
[Voti totali: 372 Media: 3.1]